Foto

di

L’arte delle corde, lo Shibari, arriva a Catania senza maschere e senza ombre aperto a un pubblico eterogeneo.
Lo shibari è una disciplina giapponese che consiste nel legare una persona in un contesto erotico. E’ l’evoluzione della tecnica dell’Hojojutsu, un arte marziale, nata per immobilizzare i prigionieri di guerra. “Un’arte, quella dello Shibari, che riscopre l’intimità, la lentezza, un ballo tra chi viene legato e chi lega – dice Valentina Villari creatrice del progetto Lègami Experience Lab&Art – le corde come forma attrattiva, il loro scorrimento sul corpo, la sensualità con cui vengono messe e le zone del corpo che toccano”.
Il primo evento pubblico di Shibari in Sicilia si è tenuto al Glory Hole un pub nel centro storico del capoluogo etneo. Protagoniste della serata la Rigger Performer Lily Rigger catanese di nascita e romana d’adozione. Suo il primo festival di Bondage in Italia, il Rome Bondage Week, che si è tenuto a settembre scorso.
Modella d’eccezione Clementine, la Shibari Model arrivata per l’occasione direttamente dalla Spagna e precisamente da Barcellona. “Lègami Experience Lab&Art in Sicilia vuole mostrarsi pubblicamente senza nessuna maschera – continua Valentina Villari – a 360° dall’arte visiva alle performances live”. Catania prima città con un gruppo di appassionati di Shibari pubblico.
Oggi esibizione di Shibari Live sulla sabbia di Ispica con il primo Shibari Beach Party. “Le corde sono come un intenso abbraccio che coinvolge il corpo e la mente, paradossalmente, una sensazione di libertà nell’abbandonarsi alle corde stesse” conclude Valentina. Una mostra fotografica dal titolo “Sirens and Rope” ha fatto da cornice all’esibizione etnea.

 
Etna Comics, benvenuti
in un mondo parallelo
CATANIA - Etna Comics, il Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop, ha aperto le porte del Centro Fieristico Le Ciminiere a decine di migliaia di visitatori venerdì scorso. Una delle manifestazioni di settore più importanti nel panorama nazionale si avvia verso la conclusione, domenica è l’ultima giornata. Quest’anno spazi più che raddoppiati grazie anche al padiglione espositivo realizzato all’esterno, nel piazzale Rocco Chinnici (ex piazzale Asia). Cosplay, Japan, Altrimondi, Youtube Alley, Videogames, Comics, Bodypainting, mostre e movie. Questo e molto altro all’interno per questa edizione di Etna Comics. Sono stati tanti gli ospiti e fumettisti internazionali presenti alla tre giorni. Ad iniziare da Tanino Liberatore che ha ridato vita a un personaggio leggendario come il mago Eliodoro. È suo il manifesto di Etna Comics 2018 che punta l’obiettivo sui miti e le tradizioni più suggestive della nostra terra. È stato un susseguirsi di ospiti d’eccezione: Francesco Montanari, interprete del “Libanese” in Romanzo Criminale, i protagonisti di Bim Bum Bam, la celebre trasmissione che rivoluzionò, negli anni ’80, la TV dei ragazzi con Manuela Blanchard, Uan, Pietro Ubaldi, Enrico Valenti e tutti i pupazzi amatissimi dai bimbi di “ieri”. Alvaro Vitali è stato il protagonista di oggi con una conferenza dal titolo: “Col fischio o senza: dalla commedia sexy a youtube”. Domani sarà la volta invece di Barbara Bouchet che riceverà un premio alla carriera. Si sono svolti incontri con i più famosi disegnatori di fumetti. E nelle aree riservate a loro per hanno potuto incontrare fans, appassionati e collezionisti. Tra gli ospiti più attesti J.M. De Matteis con i suoi capolavori per i colossi statunitensi: Capitan America, Spider Man e Defenders. Per la prima volta a Catania è sbarcato Goran Parlov autore delle storie sul “Punitore”. E la lista degli ospiti non è terminata. Gabriele Dell’Otto, Simone Bianchi, Andrea Accardi, Alessandro Piccinelli, Giovanni Timpano, Salvo Coniglione e i gemelli palermitani Giulio e Marco Rincione. La manifestazione è stata animata dalla presenza dei Cos Play. Tra i viali del centro fieristico di piazzale Asia è stato possibile incontrare Jack Sparrow, Biancaneve, Dead Pool insieme a The Mask, la principessa Jasmine, Sona, Poison Ivy e i personaggi della saga di War Craft. L’area Altrimondi è stata animata dai personaggi di galassie lontane, zombie e acchiappafantasmi. Un capitolo a parte è stato quello dedicato al Body Paiting e ai suoi contest aperti agli amatori e ai professionisti. Sono stati tre giorni dedicati alla pittura corporea con pennelli e aerografi. Sono stati èresenti a Etna Comics i grandi maestri di body e face painting come Lucia Pittalis, protagonista nelle trasformazioni del suo volto in quello di famose maschere cinematografiche. Il contest di Body-Painting è stato riservato ai professionisti e agli amatori: e per loro è stato realizzato un allestimento di diversi set fotografici e Back Stage all'aperto. Novità sono arrivate anche dal mondo dell’illusionismo, con uno spettacolo dal titolo “Stupeficium”. Etna Comics è diventata una delle manifestazioni più importanti in Italia per gli appassionati e non del fumetto.
Foto